RBP on Tour

Me ne stavo tranquillamente al Pit a farmi delle sane smazzate, quando chiacchierando un un paio di ragazzi che non conoscevo, questi mi dicono che sono di Boston e stavano a New York solo per giocare. Grandi! dico io, loro me rispondono, se ti va Vieni a Boston, giochiamo mercoledi e venerdi.
E che me lo faccio dire 2 volte? ieri mattina prendo la bici e mi dirigo al servizio bus cinese.


Dopo un 4 ore di viaggio (cribbio pensavo fosse più corto) arrivo nella ridente cittadina di Boston, piuttosto affamato. Dato che il Fung WA bus fa la tratta Chinatown-Chinatown mi metto a mangiare dumpling e tofu fritto alla prima bettola che vedo, poi mi metto a pedalare e becco l’acquazzone piu imponente che la città ricordi.
Il poncho mi salva la vita.

Aspetto che smette e spedalo un 20 minuti fino a raggiungere il campo.

Finalmente Arrivo al campo sotto lo stadio di Harvard, mi sentivo già più intelligente.
Campo bello ma allagato, è un ring per hockey su rotelle. l’acqua non se ne andava via quindi abbiamo giocato con pozzanghere ma belle partite.


Fattasi notte riprendo la bici e al semaforo un messicano demente mi investe, ne io ne la bici rechiamo danno, lo insulto e me ne vado, poi mi sono accorto arrivato a stazione che dallo zaino mi sono cadute le cuffie della Bose (mapporc!!!!) e la luce led knog. Rosico come un castoro, 200 euri buttati. Ma era l’ultimo bus quindi lo prendo e alle due e mezza di notte torno nella città che non dorme mai e stavano tutti a ronfare, bah.

5 pensieri riguardo “RBP on Tour”

Lascia un commento